Un'altra storia, dall'altra parte della strada

Perché un’altra storia? Perché c’è bisogno di un momento di discontinuità con il pensiero della “vecchia epoca”.
Perché dall’altra parte della strada? Perché è necessario affermare una narrazione di società e di futuro alternativa a quella neo-populista.
Ci ispiriamo ai seguenti principi guida:
  • La narrazione alternativa a quella neo-populista deve essere appetibile per qualunque elettore e deve quindi essere trasversale rispetto al vecchio schema destra/sinistra.
  • Non abbiamo un “campo naturale” di appartenenza nell’ambito dello schema destra/sinistra, ci muoviamo oltre i vecchi steccati.
  • Ci sentiamo equidistanti dal populismo giustizialista e dal populismo sovranista.
  • Festeggiamo con equivalente gioia il 25 aprile e il 9 novembre, cioè la liberazione dell’Italia dal regime fascista e la liberazione dell’Europa dai regimi comunisti.
  • Guardiamo con interesse a quanti, in Forza Italia e Italia Viva, lavorano in tal senso
 
 

 

Contattaci

Un'altra storia, dall'altra parte della strada

Perché un’altra storia? Perché c’è bisogno di un momento di discontinuità con il pensiero della “vecchia epoca”.
Perché dall’altra parte della strada? Perché è necessario affermare una narrazione di società e di futuro alternativa a quella neo-populista.
Ci ispiriamo ai seguenti principi guida:
  • La narrazione alternativa a quella neo-populista deve essere appetibile per qualunque elettore e deve quindi essere trasversale rispetto al vecchio schema destra/sinistra.
  • Non abbiamo un “campo naturale” di appartenenza nell’ambito dello schema destra/sinistra, ci muoviamo oltre i vecchi steccati.
  • Ci sentiamo equidistanti dal populismo giustizialista e dal populismo sovranista.
  • Festeggiamo con equivalente gioia il 25 aprile e il 9 novembre, cioè la liberazione dell’Italia dal regime fascista e la liberazione dell’Europa dai regimi comunisti.
  • Guardiamo con interesse a quanti, in Forza Italia e Italia Viva, lavorano in tal senso
 
 

 

Contattaci